Trasmigrazione Evolutiva Consapevole

Accademia ACOS
L’Accademia per l’Anima, il Corpo e lo Spirito

presenta

T.E.C.
Trasmigrazione Evolutiva Consapevole
il nuovo percorso di studio e pratica spirituale
con Carlo Dorofatti

 

Febbraio 2023
DAL VIVO
A TERNI

 

PREMESSA

Siamo in troppi. Le risorse sono limitate. La Terra si rivelerà presto inadatta alla vita umana. Le grandi élites di potere intendono salvare (per esse) il pianeta, liberandolo dalla sovrappopolazione superflua e inquinante. Per questo è in corso un piano di sfoltimento dell’umanità terrestre, ovvero uno sterminio della popolazione mondiale politicamente progettato e guidato con mezzi bio-tecnologici formidabili. Tutto questo coincide con la necessità naturale di un ciclico rinnovamento, puntualmente previsto da tutte le grandi tradizioni esoteriche e spirituali d’oriente e occidente, definito come avvicendamento epocale (transizione eonica), la cui fase apicale riguarda i prossimi decenni. La Natura, anche attraverso l’Umano, auto-regola i suoi equilibri creando i presupposti selettivi per un balzo evolutivo: tutto è perfetto.

Questi sono dati di fatto, brutalmente sintetizzati, che darei per assodati e sui quali non mi dilungherei in questa presentazione.

 

SCENARIO

Fermo restando la naturale volontà di sopravvivenza da parte di chi, dimostrandosi ancora senziente, vuole giustamente continuare a vivere e a farlo nel migliore dei modi, legittimamente lottando per tutelare il proprio diritto alla vita e alla propria integrità psico-fisica, si deve tuttavia ammettere il superamento del punto di non ritorno relativo a tutte le conseguenze tossiche e letali delle manovre industriali, politiche, economiche, sanitarie e sociali in atto ormai da diversi anni, forse da qualche secolo.

Quanto sta accadendo risulta sempre più evidente agli occhi di chi è ancora in grado di distinguersi in quanto “umano” ma che tuttavia non potrà sottrarsi ai rapidissimi effetti fisici che coinvolgeranno e travolgeranno tutti noi nel giro di qualche anno fino all’estinzione, da taluni prevista nel giro di poche generazioni, nonostante i deliranti presunti piani di salvataggio pensati dai potenti, quanto miopi, “signori del mondo”, grigi epuloni che di umano non hanno già più nulla.

Tali processi condurranno alla fine non solo di un’epoca, ma di un piano di esistenza, ovvero all’esaurimento di quel campo psichico collettivo, manifestazione apparentemente fisica e sensoriale, che chiamiamo comunemente “realtà”.

Il processo è irreversibile.

No, non è un discorso messianico. Né tanto meno salvifico. Salvarsi da cosa? Redimersi da cosa? Non arriverà nessuno a salvare il mondo.
Questa non è l’Apocalisse. Non è la Fine. Forse, è “una” fine. La fine di un ciclo. La fine di un mondo.
Non faccio un discorso “salvifico”: non attendo nessuno, non prometto e non faccio sperare in niente. E in nessuno!
Piuttosto, auspico la restaurazione e il rinnovamento di una consapevolezza che liberi da false convinzioni, bisogni, suggestioni e paure infondate e  restituisca ad ognuno la dignità, la forza. E la Vista.
La vita, il mondo… tutto procederà, come sempre e da sempre. E Tu? Farai parte di questo procedere? Certamente. Ma come fertilizzante scomposto nei suoi minimi termini o come Ente senziente in evoluzione consapevole secondo il progetto del Dharma?

 

SOLUZIONE

La continuità esistenziale possibile è data solo dalla definizione di un nuovo campo psichico – e dunque fisico – informato da un nuovo e superiore livello di coscienza, finalmente recuperato e liberato quale naturale espressione epigenetica del nostro bios (progetto ideale) e nel nostro logos (Dharma). Questo livello di coscienza – superstite e rinnovato – sarà l’unico codice-sorgente in grado di determinare un nuovo piano di realtà,  presso il quale va a determinarsi un nuovo mondo e una nuova Vita. Un Vita coerente con la consapevolezza e la coscienza, ovvero con l’Anima, che sapremo nutrire nonostante l’ecatombe fisica globale, messa nelle condizioni di trasmigrare e rideterminarsi in quanto Vita.

I valori umani, etici e spirituali, nonché i processi tramutativi, che nutrono l’Anima e definiscono la nuova Specie/Mondo in formazione, vanno risvegliati attraverso una Gnosi e una Prassi Iniziatica precisa.

Il fenomeno è prima di tutto individuale e poi da misurarsi in quanto aggregato selezionato di anime sulla stessa lunghezza d’onda, in grado di proiettarsi OLTRE gli esiti definitivi di questo piano temporale determinando, appunto, una nuova configurazione “fisica” e “vitale” capace di rappresentare l’Essere nella sua evoluzione fenomenica naturale.

 

LA TRASMIGRAZIONE EVOLUTIVA CONSAPEVOLE

In quest’ottica nasce T.E.C., la Gnosi e la Prassi messa a punto da Carlo Dorofatti per vivere ed evolvere in continuità di coscienza dopo la morte fisica, dunque sopravvivere animicamente alla morte del corpo (e del mondo) e procedere verso una naturale evoluzione del reale sul piano spirituale, psichico e fisico in quanto precipitato del nuovo “campo informato” di cui noi, risvegliati, consapevoli, viventi e coscienti, siamo i semi, i rappresentanti, i pionieri e i progettisti.

La Via ora è, quindi, non solo e non tanto quella di saper vivere negli attuali contesti che ci riguardano, già comunque influenzabili dalle forme-pensiero che siamo in grado di nutrire (e questo non è poco!), ma di saper vivere animicamente affinché la morte fisica, naturale o causata che sarà, non sia la formale conclusione del nostro esistere, ma il Portale oltre il quale trasmigrare consapevoli verso la Vita ri-evoluta e vibrante sul nuovo Mondo che ci aspetta.

Nessuna strategia che riguardi questo piano di realtà, nessuna tecnica di abbondanza e prosperità, nessun lenitivo, nessuna motivazione alla resilienza, nessuna rivoluzione, nessuna lotta, nessuna pretesa di cambiamento né di inversione di rotta, nessuna consolazione new-age e, anzi, totale indifferenza (e direi quasi fiducia!) verso i copiosi sforzi delle nostre élites distruttive: tiriamo i remi in barca, sopravviviamo al meglio certamente – anche per poter avere il tempo necessario per avviare i nostri processi trascendentali – ma, soprattutto, onoriamo la nostra natura reale, che non è quella della resa annichilente, che potrebbe sembrare a molti un sollievo definitivo, bensì in quanto  consapevoli del successivo processo sul quale investire,  lasciando germogliare dall’interno quel seme spirituale che sarà il viatico verso l’unica strategia di sopravvivenza e di continuità veramente possibile: la trasmigrazione evolutiva consapevole – T.E.C.!

 

 

Solo grazie ad un solido percorso yogico-meditativo, filosofico, esoterico e, di fatto, iniziatico e selettivo, assolutamente trascendentale, totalizzante, assoluto e definitivo, potremo (e dovremo) “morire” – metaforicamente PRIMA che la morte fisica ci colga altrimenti – per proseguire a vivere non solo “qui” al meglio delle nostre possibilità adattive ed effettivamente resilienti, ma oltre questi termini psico-fisici e spazio-temporali corrotti da una “disumanità” ebetizzante e disgregatrice, per informare e popolare quella che si determinerebbe come una nuova configurazione della realtà, espressione dell’evoluzione naturale e, da un certo punto di vista, sovrannaturale che, forse per poco, l’essere umano può ancora rappresentare in quanto sintesi animica e magica della sua esperienza terrestre.

 


INFORMAZIONI TECNICHE

Questo percorso può essere considerato come la naturale prosecuzione degli studi online svolti nell’ambito del percorso pluriennale dell’Accademia ACOS, ma anche come percorso a sé stante, accessibile a tutti. Teorico e pratico, filosofico ed esperienziale.

Partenza: Domenica 5 Febbraio 2023.

Tempistica e Location: una domenica al mese, dal vivo, dalle 10:00 alle 17:00, a Terni, presso l’Hotel de Paris (Viale della Stazione, 52; comodissimo per chi arriva in treno, autobus o anche in auto dato il comodo parcheggio gratuito alla domenica. Inoltre, chi vuole, può pernottare, pranzare e cenare in Hotel prenotando personalmente). L’Hotel de Paris costituirà una base di riferimento, tuttavia nei “mesi caldi” ci recheremo in luoghi di natura, sempre in Umbria. 

Durata
: 10 incontri, 1 giornata al mese (da Febbraio, con pausa estiva Luglio/Agosto)

Investimento e modalità di pagamento:
999 Euro 20% acconto all’atto dell’iscrizione, 1° rata 40% a Febbraio, 2° rata 40% a Giugno.

 

NUMERO CHIUSO – POSTI LIMITATI


Si rilascia, su richiesta, l’Attestato di Frequenza nel caso in cui lo si volesse presentare ai fini dell’esame come Operatore Olistico presso Associazioni di categoria abilitate.

 


 

Per informazioni e iscrizioni:
info@carlodorofatti.com
— ISCRIZIONI APERTE —

 


 

La via del non-desiderio
La via del non-intento
La via del non voler avere
La via del non voler essere
La via del non dover dare
La via del non dover avere
La via non-via
Verso nessun luogo
Né qui né ora
Né prima né dopo
Dentro e mai fuori
La via della consapevole illusione
La via della determinazione naturale
La via della liberazione dal falso e dal vero
La via senza nome.